Prenderci cura di voi è il nostro obiettivo

Gruppo INI: al via i test antigenici “rapidi” per Covid19

Il Gruppo INI Spa è stato autorizzato dalla Regione Lazio ad eseguire il Test antigenico “rapido” per Covid19.

Il test prevede la medesima modalità di esecuzione del tampone nasofaringeo molecolare, un prelievo di secrezioni nasali e faringee, ma viene analizzato con una metodica “rapida” che permette di ottenere un risultato in un’ora.

Sarà possibile effettuare il test “rapido” nelle seguenti strutture del Gruppo INI:

  • INI Grottaferrata
  • Villa Dante – Guidonia
  • INI Città Bianca – Veroli

A differenza dei test sierologici che ricercano gli anticorpi sviluppati dalle persone entrate in contatto con il virus, questa metodica ricerca invece proteine virali, quindi la presenza effettiva del virus Sars-Cov2 nel momento in cui si effettua il test.

La metodica è autorizzata dalla Regione Lazio.

La negatività del test attesta l’assenza di contagio da Sars-Cov2.

In caso di positività del test antigenico rapido il paziente dovrà sottoporsi al tampone nasofaringeo in PCR, senza l’ulteriore richiesta del medico di medicina generale, in uno dei drive-in allestiti sul territorio.

Il costo del Test antigenico è di euro 22, in linea con le direttive Regionali.
E’ richiesta la prescrizione di un medico

Per chi ne fosse sprovvisto, la prescrizione medica può essere richiesta in struttura al costo complessivo di 30 euro (prescrizione + test antigenico).

L’attendibilità del test è di almeno il 96% come indicato nella determina regionale n. G11083 del 29.09.2020.

Il test può essere effettuato, previa prenotazione, sia a pazienti adulti che a bambini (per questi ultimi è necessaria la presenza di almeno un genitore).

Per le aziende private c’è la possibilità di organizzare sedute di prelievo dedicate, secondo le esigenze delle aziende.

Per maggiori informazioni su modalità di erogazione, prezzi ed ogni ulteriore informazione potete contattarci:

Il Gruppo INI aderisce alla campagna di sensibilizzazione del Ministero della Salute e invita i cittadini a scaricare l’app IMMUNI.