PER APPUNTAMENTI: 06 94 28 51

Visite ed Esami

Attività ambulatoriale

In convenzione con il SSN e privata (con convenzioni assicurative)

Tutti gli ambulatori specialistici della INI divisione Grottaferrata sono effettuati da Medici specialisti con rilevante curriculum formativo e competenza professionale ed utilizzano apparecchiature elettromedicali all’avanguardia e sicure.

Le prestazioni e i test diagnostici utilizzati sono quelli che hanno di mostrato il maggior livello di sensibilità e specificità.

L’elenco delle specializzazioni per le quali è possibile prenotare visite ed esami, e le informazioni di dettaglio, sono accessibili alla selezione della voce d’interesse.

Responsabile Medico
D.ssa Fabiana Vita

Biologo
D.ssa Annamaria Di Giovambattista

Presso il Laboratorio di Patologia Clinica, convenzionato con il SSN, è possibile effettuare analisi cliniche generali e specialistiche, esami di microbiologia, seminologia, citologia e istopatologia.

Sono inoltre disponibili pacchetti di screening eseguibili senza ricetta medica e senza prenotazione.

I prelievi si effettuano dal Lunedì al Sabato dalle ore 7:30 alle ore 10:00

E’ necessaria la prenotazione al numero 06/942851 per i seguenti esami:

  • Curva glicemica ed insulinemica
  • Tampone vaginale
  • Tampone uretrale
  • Spermiogramma

Responsabile

D.ssa Fabiola Bussaglia

D.ssa Chiara Tulipani

ATTIVITÀ CLINICA

L’ambulatorio di Cardiologia si occupa di tutta la diagnostica non invasiva:

Elettrocardiogramma semplice, Elettrocardiogramma con visita Cardiologica, Test ergometrico e Scintigrafia miocardica (in sinergia con la Medicina Nucleare), Ecocardiografia, Holter ECG e Holter della Pressione Arteriosa (MAP).

Dispone dei seguenti ambulatori generici e specialistici:

  • Ambulatorio di Cardiologia
  • Ambulatorio di Ecocardiografia
  • Ambulatorio di Ergometria
  • Ambulatorio per la Prevenzione Cardiovascolare

Responsabile
D.ssa Gabriella Magnani

Medico Neurologo
Dr. Marco Solaro
specializzato nella diagnostica dei vasi epiaortici del collo

Responsabile
Dr. Luca Pecchioli

Screening per il cancro del colon-retto

Tratto dal Ministero della Salute:
http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?id=24&area=Screening
Il cancro del colon-retto è nella popolazione nel suo complesso, il secondo tumore più frequente rappresentando il 13% di tutti i tumori diagnosticati (fonte: I numeri del cancro in Italia 2016). Tra i maschi si trova al terzo posto (13% di tutti i tumori più frequentemente diagnosticati nell’uomo), preceduto da quelli della prostata e del polmone, mentre nelle femmine è al secondo posto (13%), preceduto dal tumore della mammella.
La neoplasia è spesso conseguente ad una evoluzione di lesioni benigne (quali ad esempio i polipi adenomatosi) della mucosa dell’intestino, che impiegano un periodo molto lungo (dai 7 ai 15 anni) per trasformarsi in forme maligne.
Gli esami di screening
Il test di screening utilizzato nella quasi totalità dei programmi di screening è il test del sangue occulto nelle feci, eseguito ogni 2 anni nelle persone tra i 50 e i 69 anni. L’esame, estremamente semplice, consiste nella raccolta (eseguita a casa) di un piccolo campione di feci e nella ricerca di tracce di sangue non visibili a occhio nudo. Il test usato nei programmi di screening italiani non rende necessario seguire restrizioni dietetiche prima della sua esecuzione. Poiché le eventuali tracce di sangue possono essere un indizio della presenza forme tumorali oppure di polipi che possono, in futuro, degenerare, è indispensabile eseguire l’esame di approfondimento .
Una piccola parte dei programmi di screening attivi in Italia (in particolare nella regione Piemonte) utilizza al posto della ricerca del sangue occulto un altro esame di screening, la rettosigmoidoscopia eseguita una sola volta all’età di 58-60 anni.
Si tratta di un esame endoscopico, che consiste nella visualizzazione diretta, tramite una sottile sonda flessibile dotata di telecamera, dell’ultima parte dell’intestino (il sigma e il retto): è qui che si sviluppa infatti il 70% dei tumori del colon retto.
Gli esami di approfondimento
Nel caso di positività all’esame del sangue occulto nelle feci o alla rettosigmoidoscopia, i programmi di screening prevedono l’esecuzione di una colonscopia come esame di approfondimento. La colonscopia permette di esaminare l’intero colon retto. Oltre a essere un efficace strumento diagnostico, la colonscopia è anche uno strumento terapeutico. Nel caso venisse confermata la presenza di polipi, consente, infatti, di rimuoverli nel corso della stessa seduta.
I polipi rimossi vengono successivamente analizzati e, in base al loro numero, alle loro dimensioni e alle caratteristica delle loro cellule, vengono avviati percorsi terapeutici e di controllo ad hoc.

Responsabile
Dr. Alessio Apruzzese
Medico Neuro Radiologo

ATTIVITÀ CLINICA

L’Unità Operativa Complessa (UOC) di Diagnostica per Immagini effettua esami di Radiologia Tradizionale, Ecografia, TAC e Risonanza Magnetica.

È specializzata nello studio diagnostico di tutti i tipi di tumori e valuta, insieme all’Unità Operativa di Oncologia Medica, la terapia più adeguata (trattamento chirurgico, medico, radioterapico).

E’ dotata di un centro senologico con personale dedicato, per la diagnosi precoce della cura della patologia neoplastica mammaria, dotata di apparecchiatura mammografica digitale con tomosintesi, All’interno della unità senologica si può accedere ad un percorso donna, con tariffe agevolate per pacchetti diagnostici che includono mammografia con o senza tomosintesi, ecografia mammaria e Mineralografia Ossea computerizzata DEXA ed è dotata di convenzioni per la diagnostica invasiva e trattamento chirurgico, oncologico medico e radioterapico di neoplasie mammarie

Referenti medici: Dott.ssa Silvia D’Onofrio,  e medico oncologo Prof. Gaetano Lanzetta

studi neuroradiologici:

Patologie degenerative, infiammatorie, neoplastiche, infettive, dismielinizzanti e tesaurismosi, genetiche e ereditarie, diagnostica vascolare angiografica con RM ad alto campo (1,5 T e TC 64 strati)

Studio del rachide : Patologie degenerative, infiammatorie, neoplastiche, infettive e biomeccaniche

Trattamenti personalizzati con somministrazione percutanea di miscela gassosa di osssigeno-ozono per patologie infiammatorie e degenerative biomeccaniche del rachide, sotto guida ecografica, radiologica e con Tomografia computerizzata

Referenti medici: Dott. Alessio Apruzzese, Dott. Giorgio Brughitta

Studio patologie neoplastiche:

effettuati in stretta collaborazione con l’equipe di oncologia medica, di radioterapia, urologia, di cure palliative, vengono effettuate valutazioni multidisciplinari per gli opportuni percorsi diagnostico-terapeutici personalizzati, in ottemperanza con le linee guida internazionali e i moderni criteri di restaging e di valutazione durante e post terapia. Gli studi vengono effettuati avvalendosi di scanner RM ad alto campo (1.5T) e diagnostica multiparametrica, con scanner TC a 64 strati, mammografo con tomosintesi, ecografia e radiologia digitale.

Referenti: Dott. Luigi Azzarri, Dott.ssa D’Onofrio Silvia, dott. Colangelo Vittorio, dott.ssa Ilaria Bellafiore

Diagnostica osteoarticolare: vengono effettuati studi articolari con effettuati avvalendosi di scanner RM ad alto campo e diagnostica multiparametrica, con scanner TC a 64 strati, ecografia e radiologia digitale e sotto guida radiologica, ecografica e TC vengono effettuate terapie infiltrative con farmaci antiinfiammatori steroidei e con acido jaluronico con basso e alto peso molecolare.

Referenti medici: Dott. Vittorio Colangelo

La diagnostica per Immagini offre un servizio ambulatoriale aperto a tutti i pazienti, che possono accedervi tramite il nostro centro di prenotazione o recandosi direttamente presso i nostri sportelli (Segreteria della Radiologia, referenti: Sig.ra Lavagnini Alessandra, sig.ra Spagnoli Pamela, Marcelletti Martina, Sorci Giulia Telefono diretto 06 94285234) con servizi in convenzione con il Sistema Sanitario Regionale (RM e radiologia convenzionale) e convenzioni con tutte le assicurazioni e in regime privato.

Diagnostica odontoiatrica: si effettuano studi per implatologia con Dentascan con scanner TC a 64 strati e ortopantomografia con CR

La Radiologia Convenzionale si avvale di apparecchiatura digitale diretta ed è accessibile per i pazienti esterni la mattina, previo appuntamento oppure liberamente il pomeriggio dalle 15 alle 20 dal lunedi al venerdi e con accesso libero il sabato mattina dalle 08:00 alle 13:00, sia in regime di convenzione con il Sistema Sanitario Regionale, sia assicurativo che privato.

Responsabile
Dr. Antonio Maria Costa radioterapista oncologo

Equipe

D.ssa Barbara Spigone radioterapista oncologo

D.ssa Anna Lisa Magnante radioterapista oncologo

D.ssa Fabiana Francesca Fabretti radioterapista oncologo

Dr. Armando Abate Fisico Medico

IL CENTRO DI RADIOTERAPIA ONCOLOGICA INI GROTTAFERRATA

Il Centro di Radioterapia Oncologica dell’INI di Grottaferrata è stato uno dei primi centri di radioterapia del Lazio dotati di un Acceleratore Lineare, avendo iniziato la propria attività nel 1986.

Nel corso degli anni, il nostro centro ha catalizzato il bisogno assistenziale di un vastissimo e popolatissimo territorio, rispondendo al meglio a tutte le esigenze di cura dei malati neoplastici, potendo contare anche sulla possibilità di trattamenti in regime di ricovero ordinario.

Ogni anno vengono trattati pazienti affetti da varie neoplasie ( mammella, prostata, polmone, apparato gastro-enterico e genito-urinario, encefalo, distretto testa-collo, linfomi), sia primitive che metastatiche. Si effettuano trattamenti di radioterapia esclusivi e trattamenti integrati radio-chemioterapici previa valutazione multidisciplinare con l’equipe di Oncologia Medica.

Tutti i trattamenti sono convenzionati SSN.

FASI DEL TRATTAMENTO

  • CENTRAGGIO o SIMULAZIONE: consiste in una TAC (senza mezzo di contrasto) effettuata con il corretto posizionamento del corpo che poi il paziente dovrà mantenere per tutto il ciclo di radioterapia, che ha lo scopo di individuare il volume bersaglio e gli organi circostanti da risparmiare.
  • PIANO DI CURA: il Radioterapista Oncologo in stretta collaborazione con il Fisico Sanitario, elaborano le informazioni acquisite con la TAC e preparano il piano di cura personalizzato. Inoltre l’innovativo software RAY STATION per lo sviluppo dei piani di cura permette di effettuare una “fusione” di immagini di diverse metodiche, come la PET o la RM ( per esempio la RM multiparametrica per il tumore della prostata) con la TAC di centraggio, per una ancor più precisa valutazione del bersaglio e la salvaguardia degli organi circostanti.
  • TRATTAMANTO: il trattamento radiante viene effettuato tramite Acceleratore lineare (Elekta Precise) quotidianamente dal Lunedì al Venerdì per una durata di circa 15 min. Il trattamento radioterapico è eseguito di norma in regime ambulatoriale, non è invasivo e non provoca dolore. Nel corso del trattamento vengono effettuati controlli giornalieri per la corretta esecuzione della terapia e il nostro staff è a disposizione del paziente e dei suoi familiari in qualsiasi fase del trattamento.
  • PRECAUZIONI: nessuna. Il paziente può continuare le sue attività lavorative e familiari, non è assolutamente radioattivo e può pertanto stare a contatto con bambini o donne in stato di gravidanza.

RECAPITI:

dal Lunedi al Venerdi dalle ore 7.00 alle ore 16.30

Tel 0694285417 – 0694285462

Fax 0694285493

Responsabile
D.ssa Rita Cucchi

Medico
Dr. Claudio Barbarossa

Gli esami e gli accerttamenti prenotabili persso il nostro Ambulatorio sono:

  • SCINTIGRAFIA OSSEA TOTAL BODY per la ricerca di metastasi ossee da neoplasie mammarie prostatiche etc.;
  • SCINTIGRAFIA OSSEA SEGMENTARIA POLIFASICA per lo studio delle infezioni ed infiammazioni;
  • SCINTIGRAFIA RENALE SEQUENZIALE (DTPA) per lo studio della funzionalità renale separata, follow-up in varie nefropatie;
  • SCINTIGRAFIA RENALE STATICA (DMSA) per la valutazione del danno parenchimale renale in varie nefropatie; studio della funzionalità renale separata.
  • TOMOSCINTOGRAFIA MIOCARDICA A RIPOSO E DOPO STIMOLO valutazione della cardiopatia ischemica, presenza, sede, estensione e severità del danno;
  • SCINTIGRAFIA TIROIDEA CON 99mTc per valutare la funzionalità della tiroide e definire le caratteristiche funzionali dei noduli tiroidei (caldi e/o freddi) eventualmente presenti.
  • SCINTIGRAFIA DELLE PARATIROIDI per la localizzazione di paratiroidi, con iperparatiroidismo già accertato.

Medici

Dr. Lorenzo Cherubino

Responsabile
Prof. Giulio Basoccu

Dietista
Alessia Sambuchi

L’Ambulatorio tratta le esigenze dei pazienti relative a:

  • alimentazione antiaging (antinvecchiamento)
  • alimentazione nello sportivo, nella gravidanza, allattamento e menopausa
  • disturbi patologici quali: diabete, ipertensione, disfunzioni epatiche o renali
  • holter metabolico
  • ?stesura del trattamento nutrizionale per sovrappeso, obesita’ o sottopeso
  • valutazione dello stato nutrizionale, della composizione corporea e stesura di piani alimentari personalizzati
  • visita specialistica nutrizionale
  • visita di controllo nutrizionale

Scarica quì la:

Brochure Centro Obesità

Presso l’Ambulatorio si preferisce l’INTERVENTO CHIRURGICO TRADIZIONALE.
Gli interventi in laser, radiofrequenza, sclero mousse della safena non garantiscono la totale bonifica del territorio in quanto determinano ostruzione della stessa vena che rimane in sede con possibilità di ricanalizzazione/riaperture di tratti della stessa e quindi maggiore percentuale di recidive.
L’INTERVENTO CHIRURGICO da moi eseguito garantisce la totale asportazione e disconnessione dalle vene profonde con basso/nullo tasso di
recidive/ reinterventi.

L’intervento di flebctomia e’ eseguito in anestesia locale con dimissione dopo 1 o 2 ore.

L’intervento di stripping prevede varie forme di anestesia leggera o periferica, con un basso impatto sul paziente che sara’ dimesso nella stessa giornata dell’intervento.

Responsabile
Dr. Maurizio Caratelli

Medico
Dr. Massimiliano Di Renzo

Medici


Dr. Raffaele Scalpone

Dr. Gregorio Santo Versace

Medico
D.ssa Francesca Bruni

Presso l’ambulatorio di Dermatologia è possibile trattare i pazienti con le tecniche di Crioterapia, Diatermocoagulazione ed eseguire una mappatura dei nei con l’Epiluminescenza computerizzata.
La crioterapia,o terapia delfreddo,è una tecnica che prevede l’utilizzo dell’azoto liquido, un gas inerte che allo stato liquido raggiunge i -196°C. Viene utilizzata per trattare lesioni verrucose come verruche virali(molto comuni in chi frequenta piscine e luoghi caldo-umidi) e verruche genitali. Inoltre è possibile trattare lesionichera-tosiche come le cheratosi attiniche (provocate dall’eccessiva esposizione solare) e le cheratosi seborroiche (legate invece all’invecchiamento cutaneo).
La diatermocoagulazione è una tecnica di terapia fisica che permette attraverso un elettrocauterio di bruciare piccole lesioni cutanee.
È molto utilizzato per eliminare i fibromi penduli (ciccetti di carne) che normalmente si formano nelle zone di piega e sfregamento, come ad esempio collo, ascelle e pieghe inguinali.

L’epiluminescenza digitale computerizzata o Mappatura dei nei è un esame molto preciso ed accurato riguardo la stato di salute di tutte le lesioni pigmentarie (nei)
cutanee. Grazie alla potente risoluzione dello strumento è possibile apprezzare anche le più piccole caratteristiche strutturali dei nei.

Medico
Dr. Claudio Puoti

 

Il nostro ambulatorio è dotato di uno strumento all’avanguardia chiamato Fibroscan

 

COS’ È IL FIBROSCAN?
Il fibroscan o elastometria epatica è uno strumento di nuova concezione, che permette di valutare la fibrosi epatica, cioè la cicatrizzazione del fegato conseguente a malattie croniche ( epatiti virali, cirrosi epatica, fegato grasso, steatosi alcolica, ecc)

COME FUNZIONA IL FIBROSCAN ?
Il fibroscan assomiglia ad un ecografo, in quanto è fornito di una sonda ad ultrasuoni che emette un’ onda elastica che attraversa il tessuto epatico.
Quanto più il fegato è duro, tanto più l’ onda si amplificherà, ed il valore numerico ottenuto correla esattamente con la gravità della malattia di fegato e con il rischio di progressione alla cirrosi epatica. Il valore viene espresso con una unità di misura detta kiloPascal (kPa).

IL FIBROSCAN È INVASIVO? È DOLOROSO?
La metodica non è assolutamente invasiva né dolorosa, ed ha ormai quasi del tutto sostituito la biopsia epatica. Non emette radiazioni e può essere ripetuto anche frequentemente, consentendo di seguire eventuale progressione della malattia di fegato.

CHI PUÒ FARE IL FIBROSCAN? CI SONO CONTROINDICAZIONI?
Ogni persona con valori alterati del fegato può effettuare questa indagine.
Uniche controindicazioni sono la gravidanza, il pacemaker, l’obesità patologica e la presenza di ascite (liquido addominale)

QUANTO DURA L’ INDAGINE?
L’ esame è molto breve, ve a seconda dei casi dura da 5 a 15 minuti.

IL FIBROSCAN È ATTENDIBILE?
Sebbene non invasiva, la metodica correla esattamente con la biopsia epatica, ed esprime in modo assolutamente preciso il grado del danno del fegato.

Responsabile
Dr. Dario Lucchetti

Medici
Dr.

Medici
D.ssa Filomena De Lucia

D.ssa Chiara Pizzicaroli

Dott. Antonio Bertoldi

L’ambulatorio eseguirà le seguenti prestazioni oltre la visita.

Medico
Dr. Guido Antonucci

Responsabile
Dr. Dario Lucchetti

Medici


Dr. Luciano Pietrosanti

Dr. Nazzareno Campaniello

L’accesso al ricovero dei pazienti presso l’Unità Operativa di Medicina Generale avviene attraverso il Pronto Soccorso degli ospedali, da altre UU.OO., da domicilio (attraverso impegnativa del Medico di Base) e costituisce un regime di ricovero in cui è possibile erogare prestazioni complesse di carattere diagnostico-terapeutico che richiedono la sorveglianza (anche attraverso l’ausilio di apparecchiature elettromedicali ed il monitoraggio dei parametri vitali h 24 con monitor), l’osservazione e l’assistenza medica ed infermieristica h 24 in ambito ospedaliero protetto.
I pazienti dimessi (anche in regime di dimissione protetta), possono tornare al proprio domicilio o destinati ad altro setting sanitario (Lungodegenza, Riabilitazione Motoria/Respiratoria/Cardiologica, Oncologia, Hospice).

Presso l’Unita’ Operativa di Medicina Generale si assistono pazienti affetti dalle seguenti patologie:

  • MALATTIE E DISTURBI DELL’APPARATO RESPIRATORIO (es.: Polmonite, Insufficienza Respiratoria, Bronchite Cronica)
  • MALATTIE E DISTURBI DELL’APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO (es.: Scompenso Cardiaco)
  • MALATTIE E DISTURBI DEL SISTEMA NERVOSO (es.: Ictus-TIA)
  • MALATTIE E DISTURBI DEL RENE E DELLE VIE URINARIE (es.: Insufficienza Renale)
  • MALATTIE E DISTURBI EPATOBILIARI E DEL PANCREAS (es.: Cirrosi Epatica)
  • MALATTIE E DISTURBI DEL SANGUE, DEGLI ORGANI EMOPOIETICI E DEL SISTEMA IMMUNIT. (es. Anemie)

Medico

D.ssa Stefania Bizzarri

Medico


Prof. Stefano Coscia

Dr. Umberto Agrillo

Medico

D.ssa Francesca Girardi

Responsabile
Dr. Luigi Calandriello

Medici
D.ssa Maria Grazia Leardi

D.ssa Pietro Ciabatti

D.ssa Pasqualina Caratozzolo

D.ssa Ferrante Federica

Dr. Vittorio Frasca

Responsabile
Dr. Gianluca Gentile

Equipe
D.ssa Michela Baroni
D.ssa Marilisa De Luca
Dr. Virgilio Masini
D.ssa Claudia Potente
Dr. Paolo Patti
D.ssa Michela Totino

Leggi di più

Medico
Dr. Gaetano Lanzetta

Responsabile
Prof. Francesco Bove

Equipe
D.ssa Giusi Fabiani

L’accesso dei Pazienti presso l’Unità Operativa di Chirurgia Ortopedica avviene attraverso il:
a) RICOVERO ORDINARIO
b) DAY HOSPITAL
C) DAY SURGERY

Le richieste possono pervenire da i Pronto Soccorso degli ospedali, da altre UU.OO., da domicilio con impegnativa redatta dal Medico di Base a seguito di visita ortopedica (in convenzione o in forma privata) e costituisce un regime di ricovero in cui è possibile erogare prestazioni chirurgiche complesse di carattere interventistico che richiedono l’utilizzo della sala operatoria o ambiente sanitario protetto, anche attraverso l’ausilio delle più moderne attrezzature (protesi), con l’osservazione e l’assistenza medica ed infermieristica h 24 in ambito ospedaliero.

I pazienti dimessi (anche in regime di dimissione protetta), possono tornare al proprio domicilio o destinati ad altro setting sanitario (Riabilitazione Motoria / Day Hospital) per proseguire la riabilitazione e ripristinare o migliorare il:

  • ritorno ai normali movimenti
  • ripresa attività lavorative
  • ripresa attività sportive
  • autonomia individuale

Presso l’U.O. di Chirurgia Ortopedica si assistono pazienti pre e post i seguenti interventi chirurgici:

  • ALLUCE VALGO
  • ARTROSCOPIA GINOCCHIO ( lesioni meniscali rottura legamento crociato pliche sinoviali )
  • ARTROSCOPIA SPALLA (sindrome da conflitto sub-acromiale lesione della cuffia dei rotatori lussazioni abituali della spalla)
  • DITO A SCATTO
  • ERNIA DEL DISCO
  • FRATTURE
  • LESIONI LEGAMENTOSE
  • NEUROLISI/DENERVAZIONE FACCETTE ARTICOLARI
  • OSTEOSINTESI
  • P.L.D. (DISCECTOMIA LOMBARE PERCUTANEA)
  • PROTESI D’ANCA
  • PROTESI GINOCCHIO
  • RIMOZIONE CISTI
  • SINDROME DI DE QUERVAIN
  • SPAZIATORE INTERSPINOSO
  • STENOSI LOMBARI
  • SUTURA CUFFIA DEI ROTATORI E ACROMIONPLASTICA
  • TUNNEL CARPALE
  • VERTEBROPLASTICA

Responsabile
Dr. Luca Iacobelli

Medico
Dr. Luca Mosca

Il Servizio di Oculistica del GruppoINI fornisce prestazioni mediche (diagnosi e cura delle principali patologie oculistiche) e chirurgiche con tempi di attesa ridotti.

-L’Ambulatorio Oculistico fornisce visite specialitiche con misura della vista, della pressione intraoculare e la valutazione del fondo oculare.
Sceening per il rischio di glaucoma e maculopatia
Ecobiometria

-L’Ambulatorio Chirurgico si avvale delle più moderne attrezzature per la Chirurgia della Cataratta e della Presbiopia, Chirurgia Palpebrale, del Glaucoma, del Calazio e dello Pterigio.
Il tutto in regime di Day Service

Vedi di più

Medico
Dr. Gianni Tofini

Medico
Dr. Massimiliano Napolitano

Medico
D.ssa Caterina Semerari

Medico
Dr. Filippo Talamonti

Podologo
Gian Marco Del Brocco

Responsabile
D.ssa Ilaria D’emilia

Medico
D.ssa Elisa Vesprini

Responsabile
D.ssa Maria Nicoletta Aliberti

Medico
Dr. Vincenzo Sauli

Responsabile
Dr. Ferdinando De Marco

Medico

D.ssa Francesca Lintas